Chi siamo

Intesa programmatica d'area della Venezia Orientale

Conferenza dei Sindaci del Veneto Orientale, Provincia di Venezia e Camera di Commercio di Venezia, con l'assistenza tecnica del GAL Venezia Orientale, hanno promosso l'Intesa Programmatica d'Area della Venezia Orientale.

L'Intesa Programmatica è lo strumento della programmazione decentrata regionale (ai sensi della LR n. 35/2001) che si basa, analogamente ai Patti Territoriali e ai Piani di Sviluppo Locale Leader, su un approccio multisettoriale dal basso finalizzato a fornire alle comunità locali la possibilità di partecipare alla programmazione, anche finanziaria, regionale. 

Che cos'è IPA

Il trasferimento dallo Stato alle Regioni della competenza in materia di Patti Territoriali ha avuto luogo a seguito degli articoli 18 e 19 del DL 31 marzo 1998, n. 112. Le successive fasi di “regionalizzazione” degli strumenti delle programmazione negoziata sono state stabilite con alcune delibere CIPE (n. 14 del 15.2.2000, n. 31 del 17.3.2000 e n. 26 del 25.7.2003) e dall'accordo in sede di Conferenza Unificata Stato, Regioni, Città e Autonomie locali. Nel Veneto, la LR n. 13/99 “Interventi regionali per i patti territoriali”, ha definito il ruolo della Regione in materia di patti territoriali, disciplinando il raccordo tra i patti territoriali e la programmazione regionale e cofinanziandone specifiche progettualità.

Con la LR n. 35/2001 “Nuove norme sulla programmazione” vengono stabiliti i principi di programmazione, come metodo d'intervento dell'azione regionale; concertazione con Stato, Enti Locali e Parti economiche e sociali; sussidiarietà; cofinanziamento; monitoraggio; valutazione dell'efficacia e dell'efficienza. Vengono inoltre proposti alcuni nuovi strumenti: programma regionale di sviluppo (PRS); piani di settore; Documento di Programmazione Economica e Finanziaria (DPEF); Piani di Attuazione e Spesa (PAS) e Intese Programmatiche d'Area (IPA) ; Bilanci pluriennali e annuali. In particolare L'art. 25 della LR n. 35/2001 prevede che:

  • su iniziativa della Giunta regionale o su richiesta degli enti locali, il PAS può essere articolato su base sub-regionale;
  • su queste aree nel PAS sarà predisposta una specifica sezione riguardante tutti i settori d'intervento, denominata “Intesa Programmatica d'Area”;
  • tale articolazione del PAS richiede il consenso delle amministrazioni provinciali e della maggioranza dei comuni interessati;
  • gli Enti locali adeguino i propri strumenti di pianficazione e d'intervento a quanto previsto dalla programmazione decentrata del PAS, partecipandovi con proprie risorse.

In seguito la DGR Veneto n. 3200/2004 precisa che:

  • il PAS si compone di due parti: una prima sulle materie di esclusivo interesse regionale; una seconda in cui vi è un concorso di interessi e competenze di soggetti locali;
  • sulle materie di esclusivo interesse regionale è ammesso un contributo di analisi e proposte; mentre sulle materie di competenza locale i documenti formulati dalle IPA dovranno avere carattere di operatività, individuando priorità, fonti di finanziamento, modalità e soggetti attuatori.

L'IPA secondo il disegno regionale costituisce quindi un nuovo istituto della programmazione regionale, caratterizzato da: approccio “bottom up”; esistenza di un partenariato locale; concertazione tra promotori dei Patti e la Regione.

Con DGR Veneto n. 1070/2003 si stabiliscono i contenuti dei piani e programmi delle IPA: definizione dell'area; diagnosi territoriale; descrizione idea-forza e individuazione degli obiettivi strategici di sviluppo locale; descrizione delle azioni e indicazioni degli interventi strutturali; individuazione delle risorse finanziare ed organizzative; definizione degli impegni e delle modalità di cooperazione tra i soggetti coinvolti; modalità e strumenti per il monitoraggio; tempi, modalità ed esiti dell'attività di concertazione locale.

Infine la Regione Veneto , con la DGR n. 2796 del 12 settembre 2006 “ Programmazione decentrata – Intese Programmatiche d'Area ” ha stabilito i criteri per l'attuazione delle IPA, confermandone l'articolazione su base territorialmente decentrata, con valenza pluriennale.

Il percorso avviato è stato formalmente riconosciuto dalla Regione Veneto con la Deliberazione della Giunta Regionale n. 3517 del 6 novembre 2007, con la quale la Regione ha riconosciuto 20 Intese programmatiche d'Area della Regione del Veneto e, fra queste, l’IPA della Venezia Orientale e con la Deliberazione della Giunta Regionale n. 3323 del 4 novembre 2008, con la quale sono state riconosciute altre IPA, attualmente giunte a 22 nel Veneto.

Le priorità

La strategia di sviluppo dell'IPA della Venezia Orientale dev'essere coerente con la programmazione regionale (ambito del Piano Regionale di Sviluppo - PRS), provinciale (ambito del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale – PTCP in fase di predisposizione) e dell' Intesa Istituzionale di Programma (che si attua mediante APQ tra Regione e governo nazionale).

Dev'essere inoltre coerente anche con le politiche comunitarie 2000-06 e 2007-13, politiche dalle quali deriva il finanziamento stesso delle azioni inseribili nell'IPA, con le azioni dei Comuni e dei vari piani di settore.

La strategia di sviluppo esplicita, in maniera chiara e sintetica, la “visione condivisa” scelta dal territorio, strutturata intorno ad un' idea – forza . L'idea forza, presentata ed approvata dal Tavolo di concertazione della seduta del 15.12.2006, è la seguente:
il territorio della Venezia Orientale ha acquisito una nuova centralità strategica in Europa. Le opportunità correlate alla sua posizione geografica si devono tradurre in misure che rafforzino ulteriormente l'attrattività dell'area. La consolidata vocazione turistica, l'equilibrio tra i diversi settori economici e la prospettiva di divenire crocevia dei flussi nel Corridoio 5, stimolano il continuo miglioramento dei servizi, attraverso una ricerca sistematica dell'eccellenza ed il rafforzamento delle peculiarità e dei punti di forza del territorio. In sintesi: “ la capacità d'attrazione della Venezia Orientale come parametro di riferimento per lo sviluppo futuro dell'area ”.

Intorno a questa idea-forza si raccolgono i progetti dell'IPA: il “parco progetti strategici” della Venezia Orientale.

Per informazioni
Intesa Programmatica d'Area della Venezia Orientale
GAL Venezia Orientale
Tel. 0421-394202 – fax. 0421-390728 – vegal@vegal.net