Chi siamo

CLLD Leader 2014/2020

A partire dal periodo di programmazione 2014/20 l’approccio denominato “Community Led Local Development” (CLLD) - inteso come lo strumento basato sull'esperienza di LEADER nel settore dello sviluppo rurale, volto a completare e rafforzare l'esecuzione delle politiche pubbliche - interviene per aumentare l'efficacia e l'efficienza delle strategie di sviluppo territoriale, delegandone l'attuazione a partnership locali (i GAL) tra soggetti dei settori pubblico, privato e della società civile.

Sulla base delle priorità di Europa 2020 e nel rispetto dell’Accordo di Partenariato per l'Italia sull'uso dei Fondi strutturali 2014/20, il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) della Regione Veneto interverrà tramite il Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale – FEASR, con un totale complessivo di risorse pari a 1.184.320.501 euro (+ 142 milioni di euro rispetto alla programmazione del PSR 2007/13), attraverso le seguenti 13 Misure:


misura   1 - Trasferimento di conoscenze e azioni d'informazione;
misura   2 - Servizi di consulenza;
misura   3 - Regimi di qualità dei prodotti agroalimentari;
misura   4 - Investimenti in immobilizzazioni materiali;
misura   5 - Ripristino del potenziale produttivo agricolo;
misura   6 - Sviluppo delle aziende agricole e delle imprese;
misura   7 - Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali;
misura   8 - Investimenti nello sviluppo delle aree forestali;
misura 10 - Pagamenti agro-climatico-ambientali;
misura 11 - Agricoltura biologica;
misura 13 - Indennità delle zone soggette a vincoli;
misura 16 – Cooperazione;
misura 19 - Supporto allo sviluppo locale.

Tra queste, la misura 19 – Supporto allo sviluppo locale "Leader” è lo strumento per intervenire su territori subregionali specifici, attraverso  partenariati pubblico privati, i  (GAL), che attuano delle strategie territoriali di sviluppo locale integrate e multisettoriali, definite in un Piano di Sviluppo Locale (PSL).

La Misura 19 del PSR Veneto 2014/20 concerne le seguenti aree:

  • aree rurali D (aree rurali con problemi di sviluppo);
  • aree rurali C (aree rurali intermedie);
  • aree rurali B (aree rurali ad agricoltura intensiva), limitatamente ai "territori comunali" che hanno aderito al Leader nell'ambito della programmazione 2007/2013, entro un massimo del 60% del numero totale di Comuni C e D del Veneto, fermo restando le ulteriori condizioni per la configurazione dei singoli ambiti territoriali designati.
L'area veneta potenzialmente interessata (B, C e D) riguarda complessivamente 328 Comuni (56% dei Comuni del Veneto) e rappresenta il 63% (11.600 kmq) del territorio regionale ed il 31% (1.500.000 ab.) della popolazione del Veneto (Dati ISTAT 2011).

L’ambito territoriale designato per il PSL 2014/20 di VeGAL comprende i 16 Comuni già ambito del PSL 2007/13, ossia i Comuni di:

 1.    Annone Veneto;
 2.    Caorle;
 3.    Cavallino - Treporti;
 4.    Ceggia;
 5.    Cinto Caomaggiore;
 6.    Concordia Sagittaria;
 7.    Eraclea;
 8.    Fossalta di Portogruaro;
 9.    Gruaro;
10.    Jesolo;
11.    Portogruaro;
12.    Pramaggiore;
13.    San Michele al Tagliamento;
14.    San Stino di Livenza;
15.    Teglio Veneto;
16.    Torre di Mosto.

L’area comprende nell'insieme 157.028 abitanti, per una superficie complessiva di 933,5 kmq.