Cooperazione territoriale INTERREG III - 2000/2006

Nel 1990 la Commissione Europea lanciò l’Iniziativa INTERREG I (1990-1993) con gli obiettivi di:

  • promuovere lo sviluppo economico;
  • favorire l’integrazione rivolgendosi sia ai confini tra gli stati membri, che ai confini con i paesi dell’Europa centro-orientale candidati all’adesione.

Era la fine degli anni ’80 e l’obiettivo era quello di preparare le regioni di frontiera ad un’Europa unita.
La cooperazione transnazionale fu poi introdotta con il Programma INTERREG II (1994-1999) e confermata anche con INTERREG III (2000-2006), ma di fatto è stata integrata in tutte le iniziative comunitarie (Leader e Equal).

L’iniziativa Interreg III si è articolata in tre sezioni di intervento:

Sezione A - Cooperazione transfrontaliera, che ha promosso lo sviluppo regionale integrato tra le regioni di frontiera contigue comprese le frontiere esterne e talune frontiere marittime al fine della creazione di poli socioeconomici transfrontalieri.

Sezione B - Cooperazione transnazionale, che ha favorito una maggiore integrazione territoriale tra regioni europee, per realizzare uno sviluppo sostenibile, armonioso ed equilibrato nella Comunità.

Sezione C - Cooperazione internazionale
, che ha migliorato l'efficacia delle politiche e degli strumenti di sviluppo economico interregionale e di coesione mediante la creazione di reti.

Informazioni

VeGAL ha svolto un importante lavoro di supporto locale all’attuazione dei programmi Interreg, intervenendo a vario titolo in 16 progetti di cooperazione transfrontaliera.