News

Approvato il consuntivo 2017

Mercoledì 9 maggio 2018 è stato approvato, all'unanimità dall'Assemblea dei Soci di VeGAL, il bilancio consuntivo dell’esercizio 2017, in una riunione che ha visto anche un positivo confronto tra gli associati per riflettere sugli interventi prioritari per il Veneto Orientale.

I risultati ottenuti sono frutto del lavoro dei due direttivi che si sono succeduti nel corso del 2017: quello guidato da Angelo Cancellier (con il direttivo formato da Matteo Bergamo, Loris Pancino e Stefano Stefanetto) e quello attuale, rappresentato da Domenico Favro, dal Vicepresidente Giampietro Orlandi e dai Consiglieri Loris Pancino, Simone Pivetta e Alberto Teso.

Il 2017 è stato un anno che, oltre alla nomina del nuovo direttivo, ha visto VeGAL presente su molte attività, sia collegate all’esercizio 2017 e sia di più lungo respiro per il periodo 2014/20.

In sintesi, i principali risultati raggiunti sono stati:

a supporto della Conferenza dei Sindaci, è stato elaborato un documento di proposte per il piano strategico della Città Metropolitana di Venezia e avviato un dibattito sulla Zona omogenea prevista dal nuovo statuto metropolitano e di un’istituzionalizzazione giuridica della Conferenza.

A luglio è stato inoltre approvato il Documento programmatico d’area (DPA) dell’Intesa programmatica d’area (IPA) un’azione concreta di accompagnamento alla definizione delle progettualità strategiche sulle quali l’area intende investire.

L’attività più impegnativa ha riguardato l’avvio del Programma di Sviluppo Locale sui fondi FEASR 2014/20 del settore primario. Undici i bandi pubblicati e 27 progetti finanziati. Oltre a ciò, il PSL ha iniziato ad entrare nel vivo dell’animazione, in particolar modo con la mostra “Il tesoro è sempre più grande di quello che hai stretto tra le mani”, conclusasi a marzo 2018.

Importante anche il supporto dato da VeGAL alle attività del Coordinamento veneto dei GAL e la promozione di varie iniziative nel quadro della Rete Rurale nazionale.

Per quanto riguarda il Piano di Azione (PdA) del FLAG Veneziano, di cui VeGAL è capofila, quatto i bandi pubblicati per 19 progetti approvati. Da segnalare l'importante ruolo che la struttura ricopre nel quadro delle Rete europea e nazionale dei FLAG.

L’attività progettuale è stata sviluppata nel quadro della cooperazione, sia nell’ambito del programma Interreg Italia-Slovenia, che del programma Italia-Croazia, ma anche nel quadro di più limitate cooperazioni tra territori rurali del Veneto e del FVG e a livello Adriatico. Non meno importanti le collaborazioni con l’Associazione forestale di pianura, la Conferenza dei Sindaci della Sanità, il Biodistretto Venezia, ma anche con singoli operatori pubblici e privati, nello spirito dell’Ente di sviluppo.

Nuove sfide per il 2018 saranno i miglioramenti da apportare in ambito procedurale (rivolto verso l’esterno della struttura e riferita alla semplificazione) e tecnico (strutturazione progettuale delle idee, di accompagnamento alle relazioni territoriali, alla definizione della partnership, alla ricerca di finanziamenti).

“Sarà importante”, ha commentato il Presidente Favro, "la creazione di nuovi ulteriori campi d’azione della struttura. A breve termine la conclusion dei due PSL CLLD approvati; a medio termine avviare un percorso autovalutativo sui risultati conseguiti dal PSL, dal PdA e dal DpA, sui target giovani e imprese e ampliare la base associativa; infine, a lungo termine avviare una fase di ascolto e confronto territoriale sul futuro dell’agricoltura, sulla gestione dell’acqua, sui centri urbani e i giovani, preliminare all’avvio della programmazione post 2020”.