Chi siamo

Cooperazione

Ai sensi dell’art. 64 del Reg (UE) n. 508/2014, i GAC/FLAG possono integrare nella strategia di sviluppo d locale di tipo partecipativo delle attività di cooperazione, sia interterritoriale che transnazionale, coerenti con gli obiettivi e i risultati attesi.

 In particolare VeGAC intende svolgere attività di cooperazione ai sensi dell’art. 64 del Reg. (UE) n. 508/2014, mediante progetti di cooperazione interterritoriale o transnazionale, stimando un riparto economico complessivo pari a 150.000,00 € come indicato nella DGR 1142/2016, sui seguenti temi/obiettivi:

  • analizzare i potenziali effetti sul sistema produttivo alieutico dell'introduzione del SIC marino Alto Adriatico;
  • rafforzare la resilienza degli ecosistemi attraverso lo sviluppo e l'incentivazione dei servizi ecosistemici nel settore pesca e acquacoltura;
  • sviluppare forme di integrazione delle attività di pescaturismo e ittiturismo con altre forme turiste alto adriatiche;
  • supportare le amministrazioni locali per la messa a punto di protocolli operativi per la gestione dei rigetti a mare di cui al Reg. UE 1380/2013;
  • migliorare l'immagine del pescatore e dell'acquacolture per la promozione delle comunità che vivono di pesca.

 Le azioni di cooperazione saranno attuate valutando tre livelli di coerenza ed integrazione:

  • Distretto di pesca Nord Adriatico (istituito con decreto del Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali 23 febbraio 2010), includente le aree marine e costiere delle Regioni Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia-Romagna;
  • coerenza con i programmi della CTE 2014/20 competenti territorialmente sui bacini marittimi (Italia/Slovenia, Italia/Croazia, Adrion e Med);
  • strategie macroregionali o relative ai bacini marittimi.