217/353

Fiume vivo

Fiume vivo
Fiume vivo

Fiume vivo

Leader II

La pesca professionale nelle acque interne è un mestiere che purtroppo si sta progressivamente estinguendo e la necessità di salvarlo non è limitata a soli motivi di valenza economica, ma è profondamente legata a tutto il complesso delle problematiche ambientali. La principale causa del declino del settore è l’inquinamento delle acque dolci, che in provincia di Venezia ha depauperato le popolazioni selvatiche di pesce facendo dubitare il consumatore sulle qualità organolettiche del poco pesce ancora pescato. L’azione prevede quindi la realizzazione di due pubblicazioni, una storicoculturale e una su iniziative ed itinerari di pesca e turismo, allo scopo di ripercorrere storicamente l’antico mestiere della pesca professionale, di valorizzare comunque tutte le attività legate all’ambiente fluviale, di proporre delle valide soluzione per un recupero del sistema legato al bacino fluviale e di indicare itinerari turistici e siti significativi per la pesca anche sportiva.

Scopo dell’azione è quello di proporre, mediante uno specifico studio gli interventi necessari per rivitalizzare il bacino fluviale della Venezia Orientale, al fine:

  • di evitare l’estinzione della pesca professionale nelle acque interne;
  • di valorizzare i prodotti ittici d’acqua dolce nel più generale interesse economico-sociale e di tutela ambientale.

Le diverse iniziative realizzate per sviluppare l’azione sono le seguenti:

  • ricognizione nella zona interessata per valutare la reale dimensione dell’attività di pesca professionale nelle acque interne;
  • studio per l’individuazione di un razionale programma di ripopolamento sia artificiale che naturale attraverso un contatto diretto con i pescatori onde reperire una serie d’informazioni sul fenomeno della pesca;
  • indagine progettuale per un intervento di rinaturalizzazione di alcuni corsi d’acqua attraverso una ricerca bibliografica sui principali metodi di ingegneria naturalistica atti a alla risistemazione ambientale dei corsi d’acqua e relativi sopralluoghi nell’area d’interesse;
  • ricerca dei metodi più consoni per l’eradicazione delle specie ittiche infestanti in particolare del Carassio;
  • studio per una razionalizzazione dell’attività di pesca attraverso una conoscenza della capacità ittiogenica degli ambienti acquatici e della possibilità di commercializzazione delle specie ittiche pregiate presenti;
  • programma per una corretta integrazione tra pesca professionale e pesca sportiva contattando i responsabili FIPSAS (pescatori sportivi) da una parte e i pescatori professionisti dall’altra per consentire un confronto tra i diversi interessi;
  • studio sulla possibilità di intraprendere attività di acquacoltura;
  • pubblicazioni dal titolo “Pescatori e fiumi della Venezia orientale “ e “ Lungo i fiumi tra gli argini della Venezia orientale” in n. di 3000 copie.
  • realizzazione di un convegno finale di presentazione dei risultati in data 10 novembre 2000.

ASAP ora Venezia Opportunità

Annone VenetoCaorleCeggiaCinto CaomaggioreConcordia SagittariaFossalta di PortogruaroPramaggioreSanto Stino di LivenzaTeglio VenetoTorre di Mosto

Da settembre 1999 a novembre 2000

77468.53 Euro

61974.83 Euro

Hai un progetto innovativo per il territorio?

Area dedicata alla raccolta di proposte progettuali di soggetti privati e pubblici.