174/353

Rete di iniziative per la promozione dei prodotti tipici tra le Alpi e l’Adriatico - TIPI-NET

Rete di iniziative per la promozione dei prodotti tipici tra le Alpi e l’Adriatico - TIPI-NET
Rete di iniziative per la promozione dei prodotti tipici tra le Alpi e l’Adriatico - TIPI-NET

Rete di iniziative per la promozione dei prodotti tipici tra le Alpi e l’Adriatico - TIPI-NET

Interreg IIIA Italia-Slovenia

Il progetto è stato presentato ed attuato congiuntamente alla Camera per l’agricoltura e le foreste della Slovenia e al Comune di Gorizia a valere sull’azione 2.3.1 “Valorizzazione dei prodotti tipici e di qualità e dei prodotti ittici dell’area transfrontaliera” del programma Interreg Italia-Slovenia 2000-2006.
Obiettivo generale del progetto TIPI-NET è la valorizzazione dei prodotti tipici e di qualità dell’area Alto Adriatica e la promozione di un’immagine di un territorio caratterizzato da una decisa vocazione agroalimentare.
Nel Veneto le attività sono state in particolare finalizzate alla creazione di un Parco alimentare nell’area dei ventidue comuni della Venezia Orientale, quale strumento di valorizzazione dei prodotti del territorio, con le loro specificità e potenzialità economiche e le molteplici iniziative ad essi dedicate, e di valorizzazione delle caratteristiche ambientali e naturalistiche (da cui il concetto di “parco”) di cui la Venezia Orientale è particolarmente dotata, stimolando nel consumatore la percezione della qualità e genuinità delle produzioni agroalimentari come “carta di identità” di un territorio particolarmente integro dal punto di vista ambientale.
In Slovenia e Friuli Venezia Giulia il progetto ha permesso la ristrutturazione e l’ampliamento di una serie di strutture di raccolta e vendita dei prodotti tipici nell’area di confine.

Gli obiettivi generali del progetto sono:

  • la valorizzazione e la promozione delle produzioni agricole locali (italiane e slovene);
  • il potenziamento di strutture collettive per la raccolta e vendita vendita dei prodotti tipici (in Friuli Venezia Giulia e in Slovenia);
  • la visibilità del territorio transfrontaliero oggetto del progetto maggiore;
  • l’offerta di alimenti di qualità ai consumatori e l’aumento del tenore di vita degli agricoltori;
  • la valorizzazione e salvaguardia dell’ambiente rurale.

Al fine di poter adeguatamente supportare la creazione del Parco Alimentare, il progetto Tipi-Net ha voluto creare una base di conoscenza sugli aspetti più immediatamente necessari alla definizione delle sue linee operative. Sono perciò stati condotti studi e ricerche che ne hanno definito caratteristiche e prospettive:

  • Analisi del territorio e delle sue valenze ambientali: curata dal Centro Ideas dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, ha individuato le Zone Ambientali Omogenee (ZAO) del territorio suddividendolo in tre parti (ZAO dei Litorali, ZAO della Pianura a Seminativo, ZAO della Pianura a Vigneto) ed ha inoltre identificato le valenze ambientali significative per ogni comune.
  • Censimento ed analisi dei prodotti enogastronomici: realizzata da Starter Srl di Porcia, ha censito i prodotti che possono rientrare nel “paniere” del Parco, catalogandoli in prodotti DOP (di origine progetta), IGP (indicazione geografica protetta), DOC (di origine controllata), IGT (indicazione geografica tipica) ed infine tradizionali. Sono stati censiti 50 prodotti di cui 2 DOC, 3 IGP, 1 DOP, 32 prodotti tradizionali, 12 "Altri prodotti" (prodotti che non dispongono di un riconoscimento formale, ma che fanno parte delle tradizioni alimentari del territorio del Parco Alimentare della Venezia Orientale). Inoltre è stata fatta un’ulteriore classificazione trasversale identificando i prodotti che oggi godono del riconoscimento “Qualità certificata Veneto” e quelli da coltivazione biologica.
  • Creazione del “Catasto delle Aziende”: in relazione ai prodotti censiti, Starter Srl ha individuato circa 200 aziende e una ventina di strutture associative o cooperative direttamente coinvolte nella produzione dei prodotti censiti.
  • Studio di fattibilità di un distretto agroalimentare: realizzato dal Centro Ideas dell’Università Ca’ Foscari esamina e formula le linee guida per la realizzazione del Parco attraverso l’analisi della normativa regionale e nazionale esistente in tema di distretti produttivi, lo studio di “case history” e la formulazione di proposte d’azione per il riconoscimento e tutela dei valori del territorio, la produzione, la formazione ed innovazione.
  • Realizzazione di un “Manuale di gestione di Centri di Promozione e vendita dei prodotti tipici”: realizzato dalla Starter Srl di Porcia, intende essere uno strumento operativo per la gestione dei centri di promozione dei prodotti agricoli.
  • Promozione del Master in “Cultura del Cibo”, svoltosi nel 2006 a Portogruaro. La promozione e valorizzazione del prodotti tipici del territorio è avvenuta attraverso le attività di formazione inserite nel Master organizzato dall’Università Ca’ Foscari di Venezia e dalla Portogruaro Campus, svoltosi nel 2005 presso il locale polo universitario e nell'ambito del quale sono stati organizzati quattro eventi di valorizzazione del patrimonio enogastronomico (12/05/2006 “La Cena del Conte”, 11/06/2006 “Maratona del gusto”, 12/07/06 “Cena di Valle” e 19/05/2007 “Pranzo a Ca’ Menego”).

La promozione e comunicazione al pubblico del progetto è stata affidata alla Meta Srl di Treviso, la quale ha curato la realizzazione nel territorio di quattro workshop di sensibilizzazione e diffusione dei risultati rivolti a partner, istituzioni, ristoratori e produttori, del convegno finale tenutosi a Portogruaro il 12.05.07 nell’ambito di “Terre dei dogi in festa”, del logo del Parco e la creazione del portale del progetto www.parcoalimentare.ve.it.

Società Cooperativa Agricola Primo Maggio

Annone VenetoCaorleCavallino-TreportiCeggiaCinto CaomaggioreConcordia SagittariaEracleaFossalta di PortogruaroGruaroJesoloMeoloMusile di PiaveNoventa di PiavePortogruaroPramaggioreQuarto d’AltinoSan Michele al TagliamentoSan Donà di PiaveSanto Stino di LivenzaTeglio VenetoTorre di MostoFossalta di Piave

gennaio 2006 – giugno 2007

100000 Euro

75000 Euro

Hai un progetto innovativo per il territorio?

Area dedicata alla raccolta di proposte progettuali di soggetti privati e pubblici.