News

Comunicazione digitale: in cantiere un nuovo progetto del territorio

Sulla base degli elementi tecnici emersi nel seminario “Promozione Turistica e Web Marketing: strategie per la Venezia Orientale”, organizzato da VeGAL a Portogruaro il 21.1.2019 e che ha avviato un confronto con i principali interlocutori dell’area con competenze nel settore turistico, nel primo quadrimestre 2019 VeGAL ha candidato un progetto per favorire la comunicazione del territoriale mediante gli strumenti digitali (misura 19.2.1x del PSL 2014/20).

Si tratta di un progetto che mira a dotare l’area di una strategia di comunicazione digitale sul web per veicolare la destinazione “Venezia Orientale”, sviluppando specifiche azioni e strumenti informativi attraverso l’aggiornamento ed implementazione del portale www.i-ve.it per promuovere la conoscenza dei territori rurali della Venezia Orientale verso gli operatori turistici ed i potenziali turisti.

L’iniziativa permetterà la promozione delle più significative valenze territoriali e degli operatori al servizio del turismo (ad es. agriturismi, fattorie didattiche, b&b, country houses, hotel aderenti a club di prodotto, aziende agricole con punti vendita, luoghi storici del commercio, ville venete appartenenti alla carta dei servizi regionali, ecc.).

Con i Comuni ed in particolare i 4 Comuni capofila della promozione degli itinerari (Cavallino-Treporti, Concordia Sagittaria, San Michele al Tagliamento e Torre di Mosto) sono stati organizzati alcuni incontri preparatori (11 e 31 gennaio, 19 febbraio e 27 febbraio 2019) e infine, il 5 marzo 2019, si è tenuto nella sede di VeGAL un incontro con la Direzione Turismo della Regione Veneto, rappresentata dal Dr. Stefan Marchioro, al quale sono state invitate le 4 OGD del territorio (Caorle-Concordia, San Michele al Tagliamento-Bibione, Jesolo-Eraclea e Cavallino Treporti).

Il progetto si inserisce nella più ampia strategia regionale per il turismo: nel 2018 VeGAL, in rappresentanza dei GAL Veneti, ha partecipato al tavolo di lavoro sul turismo digitale organizzato dalla Regione Veneto, che - assieme agli altri tavoli di lavoro (prodotti turistici, infrastrutture, accoglienza, promozione e comunicazione) - ha contribuito alla realizzazione del PST - Piano Strategico del Turismo Regionale (approvato il 29 gennaio 2018). 

Il progetto, presentato da VeGAL ad aprile ad Avepa per l’approvazione finale, ha ottenuto – in data 12 aprile 2019 – l’attestazione della coerenza e coordinamento con le strategie nel settore del turismo e del turismo rurale dalla Direzione turismo della Regione Veneto.

L’iniziativa - che dovrà definire una strategia web per comunicare la destinazione «Venezia Orientale», in un Veneto prima regione turistica e prima regione agricola italiana, in un contesto in cui è avvenuto il passaggio delle competenze del turismo dal Mibact al Mipaaft e in cui è stato delineato il nuovo PST veneto (da «Tra terra e cielo» a «The land of Venice») – mira a veicolare la Venezia Orientale come un’area rurale di eccellenza. Nell’ambito delle iniziative di comunicazione digitale sono state in particolare inserite anche le ville venete rientranti nel territorio: nell’area vi sono infatti ben 45 ville venete, 11 delle quali visitabili, delle quali 3 aderenti alla Carta dei servizi regionali: Villa Bornancini (Cinto Caomaggiore), Villa Correr Agazzi (San Stino di Livenza) e Villa Marcello Loredan Franchin (Ceggia).