News

Approvato il consuntivo 2016

Giovedì 27 aprile è stato approvato all'unanimità dall'Assemblea dei Soci di VeGAL il bilancio consuntivo dell’esercizio 2016, in una riunione che ha visto anche un positivo confronto tra gli associati per riflettere sugli interventi prioritari per il Veneto Orientale. L’approvazione del bilancio consuntivo dell’esercizio 2016 ha permesso in particolare al Presidente uscente Angelo Cancellier di fare il punto sui risultati raggiunti dal CdA nel periodo del proprio mandato e di porre l’accento sulle attività e sulle strategie di VeGAL, relazionando in particolare sull’importanza di puntare sulle imprese e sulla collaborazione tra pubblico e privato al fine di dar via a un nuovo processo che possa generare ricadute soprattutto occupazionali e in favore dei giovani. “Le sfide che attendono il territorio sono molte e decisive per costruire una Venezia Orientale che possa essere protagonista nel cambiamento” ha voluto sottolineare Cancellier che ha poi presentato nel dettaglio il bilancio e che potete trovare completo sul nostro sito internet di VeGAL nella sezione “chi siamo / amministrazione trasparente”. ”In sintesi i principali risultati raggiunti sono: 

  1. l’attività più significativa ha riguardato il PSL 2014/20: avviato nel 2010 e concretizzatosi tra 2015 e 2016, l’approvazione finale è giunta con la DGR n. 1547 del 10 ottobre 2016 della Regione Veneto), ottenendo uno stanziamento FEASR 2014/20 di 6.428.500,00 euro. Un importante risultato, che dovrà essere sviluppato entro il 2023 e che sarà centrato su due progetti chiave (itinerari e parco alimentare), i cui bandi sono già stati pubblicati;
  2. altra importante attività è stata svolta per la pianificazione del GAC Veneziano 2014/20, nel quadro dei fondi FEAMP 2014/20 per la pesca e l’acquacoltura. In tal caso le attività sono state svolte da fine 2015 (periodo in cui è stato ultimato il precedente PSL 2007/13), giungendo anche in questo caso all’approvazione finale e al conseguente stanziamento di 3.180.000,00 euro nel quadro del fondo FEAMP. Un altro fondamentale risultato, che dovrà sempre essere conseguito entro il 2023 e che, come noto, interessa la fascia costiera, Venezia inclusa, con una partnership ad hoc costituita da 13 enti, con VeGAL come capofila; 
  3. una terza attività ha riguardato lo sviluppo di attività di progettazione nel quadro della Cooperazione territoriale ed in particolare negli spazi Adrion, Italia-Slovenia e Italia-Croazia. In tal caso l’attività è stata effettuata attraverso seminari locali sul significato e le prospettive della cooperazione;
  4. una quarta attività ha riguardato l’ambito della Conferenza dei Sindaci del Veneto orientale, con particolare riferimento allo sviluppo di progettualità di riordino amministrativo nel quadro della LR 16/93 e di raccordo con la zona omogenea della Città metropolitana. Parallelamente, sempre nel corso del 2016, è stata realizzata un’importante azione di progettazione strategica nel quadro dell’IPA Venezia Orientale e concretizzatasi con l’approvazione del Documento programmatico d’area per il periodo 2014/20 avvenuta lo scorso 16 novembre 2016 dal Tavolo di concertazione;
  5. Inoltre sono state realizzate altre attività di progettazione su singoli programmi (Horizon, Life, FSE 2014/20, ecc.), proseguite le attività su specifici progetti in corso (Distretto del commercio GiraLemene, progetto Lags4 EU, ecc.), partecipato ad alcune azioni costituenti (Biodistretto Venezia) ed è proseguita la collaborazione con l’Associazione Forestale di Pianura per la realizzazione di eventi di comunicazione e formativi ed iniziative di allargamento della compagine associativa e la Conferenza dei Sindaci della Sanità;
  6. le attività concertative sono state realizzate con il coordinamento del Tavolo di concertazione dell’IPA e dei Comitati tecnici istituiti dalla Conferenza dei Sindaci: in tali incontri sono state discusse possibili strategie territoriali e progetti rilevanti nei vari settori individuati come prioritari;
  7. un’importante azione informativa è stata effettuata mediante un ricco calendario di seminari ed incontri, parte con la collaborazione del Comitato scientifico (con i quali è stato realizzato il ciclo di seminari RuralUrbanCoastLab), parte organizzati direttamente dalla struttura (in particolare sui principali programmi di finanziamento avviati nel 2016). Complessivamente sono stati organizzati nel 2016 circa 20 seminari ed incontri informativi, cui hanno partecipato circa 300 operatori, associati e non. Un notevole sforzo informativo, ma fondamentale per programmare efficacemente.