Archivio

In fase di definizione sei nuove opere pubbliche lungo gli itinerari

Il PSL prevede la realizzazione di una serie di interventi pubblici collocati lungo i quattro itinerari turistici GiraLagune, GiraTagliamento, GiraLivenza e GiraLemene, realizzati da parte dei 16 Comuni dell’area. Tali interventi, previsti nella misura 7.5.1 “Infrastrutture e informazione per lo sviluppo del turismo sostenibile nelle aree rurali” e 7.6.1 “Recupero e riqualificazione del patrimonio architettonico dei villaggi e del paesaggio rurale”, sono stati presentati dai Comuni dell’area nel 2017 ed approvati in primavera 2018: si tratta di 14 progetti per opere di miglioria e valorizzazione degli itinerari, per un totale di contributi concessi di 1.321.927,42 €. Essendosi determinati in fase istruttoria fondi residui pari a 529.988,90€, VeGAL ha avviato nell’estate 2018 la raccolta di nuove “manifestazioni d’interesse” da parte dei 16 Comuni dell’ambito del PSL, per nuovi progetti da attuare a regia GAL, procedura che prevede la selezione tramite il processo di condivisione partecipata di proposte di Enti pubblici, che abbiano una ricaduta pubblica rispetto all’area interessata e alle relative comunità. Le manifestazioni d’interesse pervenute dai Comuni (Caorle, Concordia Sagittaria, Fossalta di Portogruaro, Portogruaro, S.Michele al Tagliamento e Torre di Mosto) entro il termine del 10.9.2018 e che dovevano includere proposte di progetti coerenti con il progetto chiave “Itinerari” e con gli itinerari previsti dal PSL, sono state esaminate in un incontro di concertazione tenutosi il 21.9.2018 ed infine approvate dal CdA di VeGAL con delibera n. 55 del 27 settembre 2018. Queste le progettualità individuate dal CdA di VeGAL:

● Comune di Caorle, “Valorizzazione, riqualificazione e messa in sicurezza degli itinerari GiraLivenza, GiraLagune e GiraLemene nel territorio di Caorle”. Questo intervento già prevista dal PSL, ma non ammesso a finanziamento a seguito dell’istruttoria, è stato riproposto in quanto ritenuto strategico e funzionale agli itinerari GiraLemene, GiraLivenza e GiraTagliamento (contributo: 140.000 €);

● Comune di Concordia Sagittaria, “Valorizzazione, riqualificazione e messa in sicurezza dell’itinerario GiraLemene nel territorio di Concordia Sagittaria”, mediante la realizzazione di una passerella turistica di collegamento con l’isola del Pescatore nei pressi del bosco delle Lame (contributo: 115.000 €); ● Comune di Fossalta di Portogruaro, “Messa in sicurezza dell’ultimo tratto del GiraTagliamento nei pressi di villa Mocenigo nella frazione di Alvisopoli” (contributo: 30.000€); 1

● Comune di Portogruaro, “Manutenzione straordinaria dell’edificio ex portineria annesso alla Villa comunale per realizzare spazi di accoglienza e sosta al turista lungo il Giralemene nel centro storico di Portogruaro” (contributo: 120.000€);

● Comune di San Michele al Tagliamento, “Allestimento esterno del faro di Bibione ed Area di sosta attrezzata nel GiraTagliamento nel territorio di San Michele al Tagliamento” (contributo: 90.000€);

● Comune di Torre di Mosto, “Manutenzione e messa in sicurezza pista ciclopedonale Torre-Staffolo e pista ciclopedonale Via dei Cinquanta e via Morandi, di collegamento al Giralivenza; lavori di manutenzione straordinaria del pontile sul Livenza in località Boccafossa” (contributo: 34.000 €).

I nuovi progetti sono stati presentati alla Regione Veneto e sono attualmente in fase di istruttoria regionale; successivamente all’approvazione dei nuovi progetti e della conseguente modifica del PSL, i nuovi interventi potranno passare alla fase di progettazione definitiva e, successivamente, essere presentati a seguito della pubblicazione del bando regia del TI 7.5.1 che VeGAL effettuerà si prevede entro il 2018. “Queste proposte progettuali si inseriscono a pieno titolo nel progetto di completamento degli itinerari oggi esistenti – ha dichiarato il presidente di VeGAL, Domenico Favro – con l’obiettivo di risolvere le residue criticità e rendere gli itinerari funzionanti e funzionali alla valorizzazione del territorio e all’implementazione delle proposte turistiche, soprattutto nell'ottica di una maggiore fruibilità dell'entroterra da parte degli ospiti delle località balneari”.