Archivio

FLAG VENEZIANO, 827.500 EURO DI BANDI PER LA PESCA

827.550€ è il totale del finanziamento bandi FEAMP (Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca), che il FLAG Veneziano ha pubblicato in questi giorni.

Il FLAG Veneziano presenterà i bandi ai possibili beneficiari in un evento che si terrà venerdì 31 maggio alle ore 10:00 a Cavallino-Treporti nella Sala Consiliare del Comune in piazza Giovanni Paolo II°. All'incontro di presentazione il sindaco della città, Roberta Nesto e il presidente del FLAG Veneziano, Antonio Gottardo, daranno il benvenuto al direttore Gianluca Fregolent (Direzione Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Veneto), al 1°M.llo (NP) Andrea Schiattino (Direzione Marittima di Venezia) e ai rappresentanti dell’Assessorato all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Veneto.

La giornata proseguirà con la presentazione del Piano d’Azione del FLAG e delle Azioni 2-3-5-7-9 (a cura della struttura tecnica di VeGAL, l’Agenzia di Sviluppo della Venezia Orientale che del FLAG Veneziano è capofila).

I termini di presentazione delle domande decorreranno dalla pubblicazione dei bandi sul BUR della Regione Veneto, venerdì 24 maggio 2019. Destinatari sono: pescatori, imprese e cooperative di pesca, organizzazioni di produttori, organismi scientifici o tecnici di diritto pubblico, enti locali, imprese vallive.

I bandi, approvati dalla Regione Veneto, con nota prot. 0178196 del 7.5.2019 della Direzione Agroambiente, Caccia e Pesca,   riguardano le seguenti azioni: Azione 2 “Riqualificazione degli ambienti vallivi"; Azione 3 “Valorizzazione della maricoltura e incentivo ai processi i innovazione"; Azione 5 “Gestione dello spazio marittimo a tutela delle risorse”; Azione 6 “Pianificazione e gestione in relazione alla realizzazione di infrastrutturali”; Azione 7 (Sub Azione 1) “Tutela delle principali risorse target della fascia costiera”; Azione 7 (Sub Azione 2) “Ridurre/gestire la produzione di rifiuti da attività di acquacoltura e pesca in ambiente marino”; Azione 9 (Sub Azione 1) “Potenziare e sviluppare la sinergia fra la pesca e l'acquacoltura con il turismo fluviale”; Azione 9 (Sub Azione 2) “Integrare il settore pesca con le altre realtà produttive del territorio” eAzione 9 (Sub Azione 3) “Adeguamento strutture ittiturismo e pescaturismo”.

Antonio Gottardo, Presidente del FLAG Veneziano: "Sono molteplici le direttrici sulle quali il FLAG Veneziano ha voluto concentrarsi: la sostenibilità ambientale con relativi sostegni volti alla riduzione dei rifiuti in mare e incentivo all’innovazione, il rilancio delle valli da pesca al fine di valorizzare il loro valore storico ed economico, la razionalizzazione dello spazio marittimo in termini di gestione, infine, lo stimolo agli investimenti sulla diversificazione da parte delle imprese della pesca e dell'acquacoltura legati al pescaturismo/ittiturismo. Le risorse come nei bandi precedenti dovranno avere una ricaduta diretta sui territori comunali e sulle imprese”.

Giuseppe Pan, Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Veneto, contattato dal FLAG Veneziano, ha commentato: "L'azione svolta dal FLAG Veneziano, assieme a quella del GAC di Chioggia e Delta del Po, ha permesso di realizzare la domanda di sostegno e innovazione del settore della pesca e dell'acquacoltura in modo sinergico con quello che la Regione del Veneto, in qualità di Organismo Intermedio, sta portando avanti con le varie Misure del Programma Operativo FEAMP 2014-2020. La Regione rimane a fianco e supporta con i propri Uffici l'operato dei due FLAG del Veneto, anche per migliorare ulteriormente la predisposizione delle proposte progettuali provenienti dalla filiera ittica. A questo proposito, preannuncio che nel mese di giugno verrà organizzato un incontro su questo tema che coinvolgerà tutti i soggetti che possono contribuire al raggiungimento di questo obiettivo. Per quanto riguarda il FEAMP a regia regionale, entro il mese di giugno usciranno le prime graduatorie dei bandi 2018, mentre entro l'estate saranno pubblicati ulteriori bandi che interesseranno le Misure maggiormente gettonate. Con le risorse residue del piano finanziario, si potranno aprire bandi per il sostegno all'acquacoltura, alle imprese di trasformazione, per i porti ed i ripari da pesca solo per citare i principali. L'intenzione da parte nostra è anche quella chiedere al Ministero una rimodulazione del piano finanziario al fine di "liberare" risorse finanziarie da alcune Misure poco o per niente utilizzate a beneficio di quelle oggetto di forti richieste di sostegno”.

Nelle settimane successive saranno organizzati dal FLAG Veneziano, in collaborazione con i centri servizi dislocati nel territorio (a Caorle, Cavallino-Treporti, Cortellazzo, Pellestrina) degli incontri di presentazione delle Azioni rivolte ai potenziali beneficiari.